5 argomenti per il blog del tuo sito di e-commerce

blog ecommerce
5 argomenti per il blog del tuo sito di e-commerce

Un blog può essere un ottimo strumento di marketing per il tuo sito di e-commerce. Ti dà la possibilità di raccontare ai lettori tutto sul tuo marchio, prodotti e azienda. Inoltre, bloggando regolarmente aumenterai le possibilità che il tuo sito si posizioni nei risultati di ricerca.

Perché dovresti bloggare?

Mantenere un blog sul tuo sito di e-commerce vale sicuramente il tuo tempo. Un blog consente al tuo pubblico di saperne di più sul tuo marchio e sui tuoi prodotti. Sarai in grado di raccontare la storia del tuo marchio e dei tuoi prodotti dal tuo punto di vista e informare il tuo pubblico su nuove idee o piani che potresti avere. Questo crea fiducia tra te e il tuo pubblico e aumenta il loro coinvolgimento.

Inoltre, mantenere un blog contribuisce anche alla SEO. Ogni volta che pubblichi un nuovo post sul tuo blog sul tuo sito di e-commerce, aggiungi nuovi contenuti, che Google ama. Puoi utilizzare questi post del blog per rispondere alle domande dei tuoi potenziali clienti (e per le quali i tuoi prodotti offrono una soluzione). Oppure usali per mostrare la tua esperienza su argomenti correlati alla tua attività. Bloggando regolarmente e utilizzando le parole chiave giuste, il tuo blog contribuirà ad aumentare le classifiche complessive del tuo sito di e-commerce. Comprese le pagine dei tuoi prodotti.

5 idee di blog per siti di e-commerce

Un blog può aiutare il tuo pubblico a trovarti online. Ma mantenerlo può essere difficile. Dovrai continuamente trovare idee nuove e uniche per il tuo blog di e-commerce. Inoltre, vorrai creare contenuti fantastici per assicurarti che il tuo pubblico continui a tornare sul tuo sito.

1. Input dalla ricerca per parole chiave

Puoi scrivere quello che vuoi sul tuo blog, ma prima di iniziare, è importante fare un’adeguata ricerca di parole chiave. La ricerca per parole chiave ti aiuterà a capire quali termini di ricerca utilizza il tuo pubblico e quindi su quali termini di ricerca desideri essere trovato. Potresti avere un’idea dei termini di ricerca in cui desideri che il tuo sito o i tuoi prodotti vengano trovati, ma assicurati di ricercarli per assicurarti di utilizzare quelli giusti. Chissà, il tuo pubblico potrebbe usare una parola completamente diversa per un prodotto che offri, il che significa che stai perdendo potenziali clienti concentrandoti sul termine di ricerca sbagliato!

Puoi cercare su Google la parola chiave che ti è venuta in mente per controllare le ricerche suggerite da Google (mentre stai digitando). Oppure utilizza strumenti come Google Trends per ricercare la frequenza con cui viene utilizzato il tuo termine di ricerca rispetto a termini simili. Ma la ricerca di parole chiave è molto di più. E se impieghi il tempo per farlo correttamente, questo ti ripagherà fornendoti un elenco di parole chiave principali che ti aiuteranno a classificare i termini di ricerca giusti.

2. Attualità e notizie

Un ottimo modo per trovare nuove idee per argomenti per il tuo blog di e-commerce è seguire gli eventi attuali e scriverne. Tieni d’occhio diversi siti di notizie e scrivi post in cui esprimi la tua opinione o esperienza sulle notizie nella tua nicchia. Per assicurarti di non perdere nulla, puoi persino impostare avvisi per argomenti specifici. E se si avvicina una festività o un evento, scrivi un post su come i tuoi prodotti potrebbero essere utilizzati durante tale festività o evento.

La parte divertente? Stai scrivendo di qualcosa a cui le persone sono interessate in quel momento. Perché sta accadendo ora. E se si tratta di un evento importante nella tua nicchia (o in generale), significa che probabilmente il tuo pubblico vorrà leggere di più su questo argomento.

3. Domande o commenti del pubblico

All’inizio potrebbe sembrare un po’ spaventoso, ma dare ai lettori la possibilità di lasciare commenti sul tuo blog è un ottimo modo per ottenere input per nuovi post. Invitare le persone a lasciare commenti sul tuo blog significa che probabilmente riceverai feedback e domande. Che puoi quindi utilizzare per determinare quali argomenti il tuo pubblico vuole saperne di più e su cosa puoi scrivere un nuovo post sul blog. Inoltre, questa interazione è un ottimo modo per entrare in contatto con le persone e assicurarsi che tornino sul tuo sito.

4. Blog con un tocco personale

Scrivere post sul blog ti consente di aggiungere un tocco personale al tuo sito, e con esso al tuo marchio e alla tua azienda. Anche una grande azienda o un marchio può davvero trarre vantaggio da un blog che attrae le persone a livello personale. Un modo per farlo è mostrare gli autori del tuo blog. Consenti ai tuoi lettori di conoscere le persone che scrivono i post del tuo blog e la loro esperienza. Dando ai tuoi blog un tocco personale, dai all’azienda e al tuo marchio un volto con cui le persone possono identificarsi. Ciò aiuta le persone a entrare in contatto con la tua azienda e potrebbe persino convincerle a tornare al tuo negozio online.

5. Storie sui tuoi prodotti

La pagina del tuo prodotto è il luogo perfetto per descrivere il tuo prodotto. Il tuo blog, tuttavia, è un luogo perfetto per condividere storie sul tuo prodotto. Se vendi prodotti per la pulizia, scrivi sui blog quali macchie è meglio rimuovere con i tuoi prodotti. Se vendi vestiti per bambini, scrivi post sul blog sui bambini che giocano mentre indossano i tuoi vestiti. E non sottovalutare l’importanza delle foto, quindi assicurati di aggiungerne molte! Se non ne hai, prova ad aggiungere immagini correlate alla tua attività o al tuo marchio per ravvivare i tuoi post.

Racconta storie sui diversi modi in cui le persone utilizzano i tuoi prodotti e rendi queste storie informative e divertenti. Non rendere questi blog troppo commerciali. Mostra alle persone perché dovrebbero comprare le tue cose invece di dire loro che dovrebbero comprarle.

Questo articolo è la versione tradotta dell’originale di Yoast. Leggi l’originale QUI

Total
4
Shares
Articolo Precedente
seo immagini

SEO per immagini: ottimizzazione delle foto per i motori di ricerca