13 consigli di marketing per chi gestisce piccoli business online

consigli marketing piccoli business online
13 consigli di marketing per chi gestisce piccoli business online

Nell’ultimo periodo i piccoli business online si sono moltiplicati, soprattutto in Italia, terra fertile di piccole e medie imprese.

Proprio queste piccole imprese, grazie al business online hanno raggiunto risultati e obiettivi che difficilmente avrebbero realizzato con la sola attività artigianale o professionale fisica.

Ovviamente i risultati sono arrivati dopo lo studio e la pianificazione di una strategia di marketing per piccoli business online, che ha permesso di ottenere ottimi risultati in tempi brevi attraverso l’organizzazione e la qualità dei prodotti/servizi.

Quindi, per chi vuole incrementare i risultati di vendita, qui di seguito può trovare 13 consigli di marketing per gli small business online.

Vantaggi e caratteristiche dei piccoli business

I “piccoli business” sono tutte quelle attività artigianali e professionali che vendono prodotti e servizi attraverso e-commerce o negozio fisico, con non più di 50 dipendenti e un fatturato annuo non superiore ai 10 milioni di euro. In questa categoria rientrano anche le micro imprese che hanno meno di 10 dipendenti, non superano i 2 milioni di fatturato.

I vantaggi di un piccolo business sono:

  • Facilmente gestibili rispetto ad una grande azienda
  • Sono gestiti in genere da 1 o al massimo da pochi soci
  • Il focus sulla clientela è molto alto
  • Lavora meglio sulla propria identità
  • Fidelizza più facilmente il cliente

1. Essere coerenti

La cosa più importante per una piccola attività è essere coerenti con la propria strategia di marketing. Infatti, essendo molto difficile lavorare con coerenza e costanza, la chiave del successo per le piccole attività (fisiche e online) è elaborare una strategia di marketing a lungo termine e lavorare con costanza, anche nelle piccole cose, per centrare gli obiettivi.

Alcuni aspetti fondamentali sono: creare un calendario editoriale, rispondere alla clientela via social o email con lo stesso “tono di voce” è fondamentale per creare un rapporto con il cliente, pubblicare con costanza contenuti di qualità sui social, promuoverli e interagire con il pubblico per posizionare e rappresentare il brand al meglio.

Inoltre, per i piccoli e-commerce è importante lavorare con coerenza anche attraverso le notifiche push, la presenza sui social, e la newsletter.

2. Testare le strategie

I piccoli business devono dedicare tempo all’analisi dei dati e dei risultati ottenuti con le strategie per incanalare tempo e risorse in quelle maggiormente redditizie.

A questo fine, anche se richiede tempo e risorse, è utile studiare la concorrenza e studiare quali canali di marketing il pubblico preferisce utilizzare.

3. Ascoltare i clienti

Per le piccole attività è importante coinvolgere e fidelizzare il cliente. Coinvolgere il cliente è fondamentale per avere risposte e consigli per migliorare, modificare o stabilizzare il prodotto – servizio. Grazie ai feedback, attraverso le recensioni, consigli diretti, sondaggi, concorsi e giveaway, possiamo capire se il cliente è realmente soddisfatto del brand.

Con questa attenzione i consumatori si sentiranno apprezzati, ascoltati e più inclini a fare nuovi acquisti.

4. Analizzare i dati

Oggi per i piccoli business, attraverso strumenti online gratuiti e a pagamento, è possibile avere la possibilità di avere accesso a una grande quantità di informazioni, statistiche e risultati.

I dati incentrati sull’utente e sulle sue abitudini sono le informazioni preziose che si possono utilizzare per riuscire a soddisfare le esigenze dei clienti.

5. Concentrarsi sulle persone

Per le piccole attività artigianali e professionali è fondamentale concentrarsi sulle persone e quindi sul proprio target, il bene più prezioso dei piccoli business online.

6. Studiare il pubblico e il mercato

Studiare il mercato e il pubblico di riferimento permette alle piccole imprese di avere le giuste informazioni sul tipo di consumatore e di concentrare i propri sforzi sulle persone che hanno più ampie possibilità di acquistare un prodotto o un servizio offerti.

Aggiornarsi e studiare con costanza permette di:

  • Scegliere i giusti canali di marketing per distribuire i contenuti
  • Comprendere quali sono le caratteristiche che il prodotto deve mantenere e quali bisogna perfezionare
  • Identificare il formato di contenuto e concentrarsi sulla creazione di un messaggio ottimale
  • Parlare regolarmente con il pubblico di destinazione riuscendo a capire quali parole usare per descrivere il prodotto o servizio offerto

7. Riflettere

Per ogni commerciante o imprenditore è molto importante avere qualche momento per riflettere su quale obiettivo di marketing puntare, quale strategia scegliere, quale prodotto e/o servizio migliorare.

8. Pianificare

Per una piccola attività è molto importante pianificare tutte le attività aziendali, attraverso una strategia di marketing coerente.

9. Comprendere le metriche

I like, i followers, le condivisioni, le views sono parametri importanti che attirano molto l’attenzione, ma il vero obiettivo del piccolo imprenditore sono le vendite.

Quindi è importante capire, anche tramite l’aiuto di un professionista, se queste metriche stanno dando realmente dei risultati e se si sta ottenendo un valore per il tempo e gli investimenti fatti.

10. Creare contenuti di qualità

Una buona comunicazione e una buona strategia di marketing sono la base del successo imprenditoriale dei piccoli business. Per aumentare la brand awareness e fidelizzare il pubblico sono necessari contenuti di qualità che aiutano a ottenere dei risultati ottimali in ogni fase del percorso dell’utente.

Ad esempio, per i piccoli business online il content marketing e copywriting sono attività molto importanti se applicate ad articoli di blog aziendali, ad immagini, a parole e contenuti per i social media aziendali o alla comunicazione online del brand.

Sono strumenti diversi, ma complementari, ed entrambi possono essere usati per dare visibilità al sito web aziendale, alle pagine social o alla comunicazione online dando un tratto riconoscibile e vincente al brand grazie ad un adeguato “tone of voice” e ad immagini e testi coerenti.

11. Crea contatti

Per chi gestisce una attività la creazione di una rete di contatti sia nel mondo reale sia in quello digitale, cioè la capacità di costruire una rete di conoscenze e di rapporti con le persone giuste, è un requisito fondamentale.

12. Studia i competitor

Conoscere e studiare la concorrenza aiuta i piccoli business a differenziarsi e ad essere un passo avanti rispetto al mercato di riferimento.

Osservare le offerte dei concorrenti, le strategie di marketing che adottano, come fidelizzano i clienti sono pratiche per migliorare la qualità e la percezione del brand.

13. Impara cose nuove

Quando si ha una piccola azienda, è necessario imparare nuove cose! Capire e anticipare le abitudini dei consumatori, imparare nuove strategie di marketing, studiare nuove opportunità di mercato sono punti fondamentali per far crescere velocemente il business.

Total
1
Shares
Articolo Precedente
facebook reels

Facebook Reels: cosa sono e come si fanno

Prossimo Articolo
google my business

Migliora la Local SEO con Google My Business