Google Search cambia: arriva lo scrolling continuo

google search scrolling continuo
Google Search cambia: arriva lo scrolling continuo

Negli USA la versione mobile di Google Search cambia e lo fa introducendo lo scrolling continuo, che va a sostituire la seconda pagina delle SERP.

Infatti, Google ha annunciato sul suo blog che molto presto i cambiamenti nella ricerca effettuata sui dispositivi mobili partiranno dagli Stati Uniti per poi allargarsi a tutto il mondo.

Cambiamenti che inevitabilmente porteranno a cambiare modo di fare SEO per i professionisti e a cambiare abitudini degli utenti del motore di ricerca di Google.

Quello che cambierà, con l’introduzione dello scrolling continuo di Google, saranno le pagine dei risultati della ricerca Google. Infatti, arrivati alla fine dei risultati di ricerca nella schermata del telefonino ci verrà mostrato in automatico il successivo set di risultati continuando ad andare verso il basso, senza dover cliccare per andare alla pagina successiva.

Implementato per le app mobile di Google, sia per iOS che per Android, lo scrolling automatico è attivo negli Stati uniti e solo per le ricerche in lingua inglese.

Google fa sapere che con questo aggiornamento vuole venire incontro a quegli utenti che cercano informazioni oltre alla prima pagina e che mediamente sfogliano i risultati di ricerca fino alla quarta pagina.

In controtendenza, uno studio fatto nel 2020 rileva come sia molto improbabile che le persone facciano clic sui risultati oltre la prima pagina e come il CTR dei risultati della seconda pagina sia almeno la metà.

La ricerca continua affermando che gli utenti che potrebbero apprezzare lo scrolling continuo non sono quelli in cerca di risposte rapide, ma di idee o ispirazione su un determinato argomento.

google search ctr
Google Search CTR

In conclusione, l’introduzione dello scrolling continuo e del nuovo design pensato per il mobile, avvicina la SERP di Google ai feed di social network come Facebook e Twitter, oltre ad aprire a nuove possibilità di monetizzazione, inserendo annunci pubblicitari tra un risultato e l’altro.

Per ora è ancora prematuro immaginare le conseguenze che questa nuova caratteristica avrà sulla SEO, ma in base a quello fin qui detto possiamo immaginare cosa succederà quando sarà disponibile per tutti:

  • i risultati di ricerca diventeranno un feed continuo simile a quelli dei social network
  • immagini e video diventeranno elementi predominanti
  • lo scrolling darà l’opportunità di inserire più annunci sponsorizzati tra i risultati di ricerca
  • dare più importanza alle keywords e a quelle correlate
Total
1
Shares
Prossimo Articolo
errori seo

E-commerce: 7 errori SEO da non fare

Altri articoli