Ecco perché Content Marketing e Copywriting sono una risorsa per il brand

content marketing
Ecco perché Content Marketing e Copywriting sono una risorsa per il tuo brand

Ogni ora nel mondo vengono messi online circa 30 mila siti web. Già questo fa capire quanto il Content Marketing e il Copywriting siano importanti per la comunicazione di un brand online.

Content marketing e copywriting sono attività molto importanti se applicate ad articoli di blog aziendali, ad immagini, a parole e contenuti per i social media aziendali o alla comunicazione online del brand.

Sono strumenti diversi, ma complementari, ed entrambi possono essere usati per dare visibilità al sito web aziendale, alle pagine social o alla comunicazione online dando un tratto riconoscibile e vincente al brand grazie ad un adeguato “tone of voice” e ad immagini e testi coerenti.

Di cosa parliamo?

Per copywriting facciamo riferimento alla scrittura di testi persuasivi e/o pubblicitari che hanno come principale compito quello di attrarre e catturare l’attenzione del pubblico di destinazione al fine di generare una vendita e un vantaggio sulla concorrenza. Il suo obiettivo è quello di creare il concetto di comunicazione pubblicitaria, di creare l’identità e di vendere il marchio agli utenti.

Per content marketing facciamo riferimento alla strategia che comprende tutti quei contenuti di valore, informativi, storytelling e attrazione dei potenziali utenti che possono essere sia testuali sia visivi. Il suo obiettivo è quello di creare una connessione tra marchio e utente, aiutando questi ultimi a comprendere il brand e generare interesse per esso.

Solo usando in modo corretto copywriting, content marketing e SEO copywriting si potrà ottenere il massimo della visibilità per il brand e avere così una strategia di contenuti chiara e definita tanto da indurre l’utente ad identificarsi nel marchio.

Ecco perché Content Marketing e Copywriting sono una risorsa per il brand:

1. Raccontare e vendere il brand

Il content marketing, attraverso il copywriting, è in grado di raccontare la storia del brand e di venderlo entrando in empatia con il pubblico acquisito o da acquisire.

Un marchio senza storia è un brand senza anima e inevitabilmente poco interessante rispetto agli altri. Per questo è necessaria una storia, qualunque essa sia ma che sia veritiera, e raccontarla nel modo corretto (meglio da un professionista) seguendo i seguenti passi:

  • Saper creare la giusta storia.
  • Utilizzare la storia a “piccole dosi” nella propria strategia di copywriting.
  • Sfruttare la narrazione per coinvolgere l’utente e portarlo a conoscere meglio il brand.
  • Studiare contenuti testuali e visivi coerenti con la storia aziendale per sito web, e-commerce e social media.

2. I clienti conoscono il marchio

Con i contenuti giusti, insieme ad un uso equilibrato di content marketing e di copywriting, si ha la possibilità di far conoscere meglio il brand ai clienti e di conseguenza di aumentare la visibilità e l’awareness. Infatti, l’impressione positiva e la familiarità con il brand induce più facilmente il cliente all’acquisto.

Queste attività sui contenuti non devono fermarsi al sito web o all’e-commerce, ma devono essere applicate anche ai canali social per generare commenti, condivisioni e maggiori conversioni oltre che traffico sul sito web.

Interagire con gli utenti, rispondere alle domande che pongono, coinvolgere i clienti nelle attività del brand sono tutte azioni per migliorare la reputazione del marchio e creare una percezione positiva del marchio per il pubblico.

3. Verba volant, scripta manent

I testi, le espressioni, le frasi restano impresse più delle parole. E la maggior parte di esse sono state create da copywriter professionisti:

  • Galbani vuol dire fiducia
  • E’ sempre l’ora dei Pavesini, L’uomo Del Monte ha detto sì
  • No Martini? No Party!
  • Che mondo sarebbe senza Nutella
  • Ci sono cose che non si possono comprare, per tutto il resto c’è Mastercard
  • Colmar. In caso di neve
  • Se c’è Aia c’è gioia
  • Rowenta. Per chi non s’accontenta
  • O così o Pomì
  • Sector. No limits
  • San Biter. C’est plus facile
  • Always Coca Cola
  • Duracell dura di più
  • Amaro Lucano. Voglio il meglio
  • Dove c’è Barilla c’è casa
  • Amaro Montenegro. Sapore vero
  • Lavazza. Più lo madi giù. Più ti tira su
  • Adidas. Impossible is nothing
  • McDonald’s. I’m lovin’ it
  • Nike. Just do it

Questi, sono solo alcuni dei claim più famosi e vincenti della storia della pubblicità che rimarranno impressi nella mente dei consumatori e che, ogni volta che lo sentiranno, penseranno immediatamente al marchio associato.

4. Nel marketing il contenuto è tutto

I contenuti sono il cuore di un blog, della pubblicità, dell’email marketing, dei social media. I contenuti creati e utilizzati per raccontare un brand saranno il mezzo che permette agli utenti di essere in sintonia con il tuo marchio, saranno la spinta per gli acquisti, saranno la motivazione per il primo like al post, saranno il motivo per il quale i clienti torneranno a comprare.

Insomma, grazie al content marketing e al copywriting ogni azienda potrà creare il giusto processo di fidelizzazione.

5. Il content giusto aumenta il ROI

Inoltre, con ottimi contenuti è possibile avere un ritorno sull’investimento. Grazie ai contenuti di qualità prodotti è possibile aumentare il traffico verso il sito web e di conseguenza le vendite.

Con il content marketing puoi aumentare la fedeltà del cliente esistente e generare più lead (potenziale acquirente) rispetto a metodi tradizionali.

6. Gli utenti voglio sempre più contenuti

Ad oggi, gli utenti online sono in forte crescita. Il 70% di loro guarda video e post sui social dei brand e marchi di loro interesse, trascorrendo il 20% del loro tempo a leggere contenuti.

Percentuali molto alte, per un pubblico che continuamente cercano nuovi contenuti e che fruiscono ogni giorno di centinaia di video, immagini, meme, articoli, infografiche e guide.

Al risveglio, prima di andare al lavoro, la maggior parte delle persone controlla le e-mail, legge le ultime notizie e scorre il feed dei social network.

Inoltre, quasi l’80% percento degli utenti online trascorre metà del tempo a cercare articoli, recensioni e video online di un prodotto o servizio per conoscere storia, valori e potenzialità, nonché caratteristiche, e poi acquistarlo.

Total
45
Shares
Articolo Precedente
errori seo

E-commerce: 7 errori SEO da non fare

Prossimo Articolo
instagram

Instagram: ecco come attirare clienti ed aumentare le vendite